Mercoledi, 26 luglio 2017 - ORE:16:38

Gli Evanescence tornano alla grande con ‘Lost in Paradise’


Passati cinque anni dall’ultimo album ‘The Open Door’, che più burrascosi non potevano essere, dal cambio di produzione, al riassetto della band varie e varie volte fino alle pause di riflessione artistica, finalmente gli Evanescence tornano alla grande con il terzo singolo estratto dall’album omonimo uscito nel novembre scorso.

Lost in Paradise, questo il nome del brano, è una ballata intensa e drammatica, nata a sua volta dal genio di Amy Lee, carismatica leader e cantante del gruppo, a tu per tu con lo strumento che più esalta le sue straordinarie capacità vocali: il pianoforte.

I fan più attenti hanno subito colto la similitudine con le altre ballate firmate Evanescence, come ‘My Immortal’ e ‘Lithium’, tanto per citarne due, ma anche con ‘Jòga’, canzone dell’artista islandese Björk, come confermato dalla Lee, che in proposito ha detto: “E’ una canzone che mi ispira molto. L’ascolto un sacco di volte da una vita.”

Nonostante le varie influenze, quella di questa intensa ballata è stata una genesi privata e fortemente personale. Nel testo si possono riscontrare moltissimi riferimenti autobiografici, soprattutto al tempo di instabilità e confusione trascorso negli ultimi anni, quando la band era ad un passo dallo scioglimento definitivo.

È la stessa Lee a parlarne durante un’intervista: “E’ la canzone che ci fa piangere… Cioè, letteralmente, solo qui, durante la lavorazione, ci sono state lacrime. Adoro questa canzone. Quando la stavo scrivendo, non era nulla; era solo pura, solo per me. La stavo letteralmente scrivendo solo per me, per calmare i miei sentimenti esprimendoli. […] Ma poi, mentre lavoravamo ad altre canzoni – concentrandoci di più sulle canzoni rock – ho continuato ad ascoltarla per divertimento, perché era mia, e l’ho inviata a Nick (Raskulinecz, il produttore n.d.r.) dicendogli ‘Voglio che tu la senta. Più l’ascolto, più sento che significa qualcosa’. E lui, immediatamente, mi risponde ‘Dobbiamo fare questa canzone’. E fu una sua idea introdurre la band e inizialmente dicevo ‘Non capisco’. Ma una volta che l’abbiamo fatta, tutto fu chiaro, in un modo che non avevo mai pensato prima. E’ perfetta; era destinata a essere come è.”

Anche la maggior parte dei critici sembrano essere d’accordo con questo giudizio, infatti James Montgomery di MTV News ha scritto che la canzone è “senza dubbio epica e categoricamente cruda, una canzone che riesce a sembrare sia onnicomprensiva che intima, spesso allo stesso tempo”.

Recensendo l’intero disco, Rick Florino di Artistdirect concluse dicendo “Il centro dell’album è l’elegante ballata oscura ‘Lost in Paradise’. E’ in Paradiso che il genio della Lee levita in prima linea e più di spicco. Ha dipinto un intenso quadro di desiderio per la redenzione dallo struggente canto ‘We’ve been falling for all this time and now I’m lost in paradise’.”

Qui il video lyric ufficiale:
Evanescence – Lost in Paradise Official Video Lyric



Fate sempre attenzione! di ldgsocial
Pubblicato da:
Tempo stimato di lettura: 3 minutes, 20 seconds
Scrivi la tua opinione
  • Leggi qui

Eccetto dove diversamente indicato, i contenuti di Studionews24 sono rilasciati sotto Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Italia License. Tutti i contenuti di Studionews24 possono quindi essere utilizzati a patto di citare sempre studionews24.com come fonte ed inserire un link o un collegamento visibile a www.studionews24.com oppure alla pagina dell'articolo. In nessun caso i contenuti di Studionews24.com possono essere utilizzati per scopi commerciali. Eventuali permessi ulteriori relativi all'utilizzo dei contenuti pubblicati possono essere richiesti a info@studionews24.com.