Venerdi, 20 ottobre 2017 - ORE:18:08

Hozier perde la verginità italiana al Pistoia Blues

hozier al pistoia blues 2015

hozier al pistoia blues 2015

Smartwatch free

La piazza si riempie, l’attesa è finita

Tutto è pronto per il concerto “primizio” di Hozier al Pistoia Blues. Piazza Duomo, ancor prima di essere piena di gente è piena di seggioline. Spettatrici non pagani e disinteressate.

Un cartellone di 6 metri quadrati ti ricorda chi sei venuto a sentire: Hozier.

I primi ragazzi arrivano a corsa per accaparrarsi le seggioline davanti al palco. La luce del sole investe tutta la piazza e il palco, a protezione dei preziosissimi strumenti ci sono un paio di ombrelloni da spiaggia.

Hozier conosce il popolo italiano

Non resta altro che aspettare che Hozier salga sul palco. Si perché devi aspettare solo lui, non ci sono band o cantanti che fanno da apripista. Che scalderanno un po’ il pubblico (anche se la temperatura del suolo si aggirerà intorno ai 37°).  Con le fibre corporee belle calde e la voce bella fredda si parte. Luci spente e Hozier sale sul palco.

Non è solo, ha una bella band eterogenea: batterista, bassista, pianista, violoncellista e due coriste. Quote rosa rispettate. Lui suona “Angel Of Small Death & The Codeine Scene” e noi, come se fossimo a un comizio politico, stiamo a sedere ad annuire in segno di approvazione. Finché un paio di disobbedienti si alzano in piedi e corrono verso il palco. È il segnale. Certo che la seggiolina era comoda.

DSCN5472

Hozier incanta, il pubblico canta

Però adesso lo vedo meglio. Vedo un ragazzo di 25 anni che sta suonando la sua chitarra davanti a 3000 persone. Visibilmente emozionato. Ogni tanto gli scappa un sorrisetto imbarazzato. Attaccato all’asta del microfono c’è un bicchiere, birra scura penso, dopotutto è Irlandese. Scusate il luogo comune. Poi noto il filo con in fondo il pezzettino di carta. È un bicchiere di tè.

Hozier va avanti traccia dopo traccia del suo album “Hozier“. Il pubblico canta e diventa un tutt’uno con la magica voce del cantante. Hozier incanta anche per la sua grande tecnica e abilità con la chitarra.

Non ha molto da dire, ma sa come dirlo

Wikipedia dice: “durata album 53:26“. Alle 10 è salito sul palco e ha iniziato a suonare. Poco meno di un’ora non può valere il prezzo del biglietto. Urge inventarsi qualcosa.

Tutto mi sarei aspettato quando ha detto “just for fun”, così da mettere le mani avanti, poi ha suonato a modo suo “Problem” di Ariana Grande. È venuta meglio dell’originale. Per poi chiudere con il bis di “Work Song“.

 

DSCN5483

E adesso la maturità di Hozier

Con un solo album nel curriculum si può dire ben poco di questo artista. Cosa ne sarà del suo futuro. È un ragazzo semplice, senza troppe pretese, che fa un genere che gli sta bene addosso.

La sua voce perfetta con la sua musica riempiva tutta la piazza. Come inizio non c’è male. Le cose le sa ma non si impegna. Deve imparare a gestire un palco, un pubblico numeroso e un concerto di una lunghezza più sostanziale. Di tempo ne avrà, la lunga coda della sua stella cometa è appena iniziata. Sentiremo ancora parlare di lui.

Gli esami sono appena iniziati.

DSCN5467



Fate sempre attenzione! di ldgsocial
Pubblicato da:
Tempo stimato di lettura: 3 minutes, 15 seconds
Scrivi la tua opinione
  • Leggi qui

Eccetto dove diversamente indicato, i contenuti di Studionews24 sono rilasciati sotto Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Italia License. Tutti i contenuti di Studionews24 possono quindi essere utilizzati a patto di citare sempre studionews24.com come fonte ed inserire un link o un collegamento visibile a www.studionews24.com oppure alla pagina dell'articolo. In nessun caso i contenuti di Studionews24.com possono essere utilizzati per scopi commerciali. Eventuali permessi ulteriori relativi all'utilizzo dei contenuti pubblicati possono essere richiesti a info@studionews24.com.