Mercoledi, 26 luglio 2017 - ORE:16:30

The Temperance Movement tornano con “White Bear”


theTemperanceMovement-580x400

Il ritorno della band

Provate a chiedere ai The Temperance Movement che fine avevano fatto. Magari vi risponderanno che sono andati a letto presto. C’è chi se lo prende singolo l’anno sabbatico, a loro ne sono serviti tre. Al ritorno, dalla valigiona hanno tirato fuori “White Bear”. Adesso sono pronti. Idee ben chiare e con i denti del giudizio spuntati.

Il viaggio è stato lungo, forse necessita una piccola rinfranca di memoria. I 4 ragazzoni inglesi sono: Phil Campbell (voce, quello della città in Alabama che si chiama come lui), Paul Sayer (chitarra), Nick Fyffe (basso) e Damon Wilson (batteria). Nel 2013 uscirono con l’album che si chiamava come loro e a far parte della band c’era anche il chitarrista Luke Potashnick.

Parliamo un po’ di “White Bear”

Non essendo ancora uscito lascerò che siano i diretti interessati a commentare.

Partiamo con il chitarrista Paul Sayer:

“E’ un deciso passo avanti a livello sonico ed artistico. Suonare così tanti show insieme negli ultimi 3 anni ci ha permesso di sviluppare una idea chiara di dove volevamo andare con il nuovo album. Quando è stato il momento di registrare l’album abbiamo avuto un po’ più di tempo e spazio per lasciar andare la creatività e sono incredibilmente fiero di quello che abbiamo ottenuto.”

Il cantante Phil Campbell, aggiunge:

“Nick mi ha chiamato e mi ha spiegato il titolo che ha ispirato il testo per la canzone. Si fa riferimento a uno studio condotto da Daniel Wenger sulla consapevolezza e il controllo di pensieri indesiderati, usando una citazione del libro di Dostoevskij “Note invernali su Estate Impressioni ” ‘ Prova a posare per te questo compito: non pensare a un orso polare, e si farà vedi che la cosa maledetta verrà alla mente ogni minuto.'”

Paliamo un po’ del disco

Il nuovo disco uscirà il prossimo 15 gennaio con la casa discografica Earache prodotto da Sam Miller, famoso regista per la BBC. L’album è stato inciso tra Londra, il Nortamptonshire e Monmouth.

Nell’attesa fino a gennaio, devono passare tutte le feste, sarà una cosa lunga, on line è stato pubblicato dalla band il singolo “Three Bulleits“. Ascoltandolo si sente il sound che ormai gli appartiene. Un Rock duro, graffiato e da ballare. Come poi dovrebbe essere. Come ultimo pensierino i The Temperence Movement ci hanno lasciato la tracklist. Così, giusto per amplificare ancora un po’ l’ansia dell’attesa:

“Three Bulleits”

“Get Yourself Free”

“A Pleasant Peace I Feel”

“Modern Massacre”

“Battle Lines”

“White Bear”

“Oh Lorraine”

“Magnify”

“The Sun and Moon Roll Around Too Soon”

“I Hope I’m Not Losing My Mind”

maxresdefault



Fate sempre attenzione! di ldgsocial
Pubblicato da:
Tempo stimato di lettura: 3 minutes, 6 seconds
Scrivi la tua opinione
  • Leggi qui

Eccetto dove diversamente indicato, i contenuti di Studionews24 sono rilasciati sotto Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Italia License. Tutti i contenuti di Studionews24 possono quindi essere utilizzati a patto di citare sempre studionews24.com come fonte ed inserire un link o un collegamento visibile a www.studionews24.com oppure alla pagina dell'articolo. In nessun caso i contenuti di Studionews24.com possono essere utilizzati per scopi commerciali. Eventuali permessi ulteriori relativi all'utilizzo dei contenuti pubblicati possono essere richiesti a info@studionews24.com.