Venerdi, 20 ottobre 2017 - ORE:18:14

Esce il nuovo album dei Green Day ma Billie Joe è in rehab


Smartwatch free

Oggi doveva essere un giorno di festa per i Green Day, la pluripremiata punk-rock band californiana che ha fatto la storia del genere negli ultimi vent’anni. Infatti oggi esce nei negozi di dischi di tutto il mondo la loro ultima fatica musicale, ¡Uno!, che, come si evince dal titolo, rappresenta la prima parte di una trilogia, formata con i successivi ¡Dos! e ¡Tré!, in uscita rispettivamente il 13 novembre e il 15 gennaio 2013.

Ma purtroppo la festa è stata smorzata dall’annuncio, risalente alla giornata di ieri, dell’entrata in clinica di riabilitazione del quarantenne cantante e chitarrista Billie Joe Armstrong, i cui comportamenti avevano destato qualche sospetto già da mesi.

Infatti, i primi di settembre, la band avrebbe dovuto esibirsi all’attesissimo I-Day di Bologna, ma aveva dato forfait all’ultimo minuto per un misterioso malore che aveva colto proprio il front-man, impedendogli di salire sul palco (qui il video di scuse agli spettatori).

Le stranezze sono proseguite fino a quando, qualche giorno fa, il 21 settembre, sul palco dell’ iHeartRadio Music Festival di Las Vegas, Armstrong è letteralmente esploso. Nel momento in cui gli hanno comunicato che la sua scaletta era stata tagliata di una ventina di minuti, questa è stata la sua reazione :

“Fuck this shit! Canterò una nuova fottuta canzone… Resta un minuto. Un fottuto minuto! Lasciate che vi dica una cosa: siamo in giro dal fottuto 1988. Mi lasciate solo un fottutominuto? Mi state prendendo in giro? Non sono un fottuto Justin Bieber, motherfuckers!… Ora non ho più tempo. Lasciate che vi mostri cosa si può fare in un dannato minuto. Un minuto”.

Subito dopo ha sbattuto ripetutamente a terra la sua chitarra ed è uscito di scena urlando: “Dio vi ama tutti. Torneremo”.

Una scenata quasi ‘normale’, abbiamo pensato tutti, se consideriamo l’ambiente in cui è espressa e chi ne è il fautore, ma evidentemente così non era.

A dare l’ufficialità del suo rehab, causa del quale sembrerebbe un insostenibile abuso di sostanze stupefacenti, gli altri due membri della band, il bassista Mike Dirnt e il batterista Tre Cool, con un comunicato che informava anche della cancellazione di una parte del tour, in varie date già sold out.

Positive le risposte della maggioranza dei fan, che si dichiarano comprensivi e si stringono attorno alla band, sperando solo in una pronta ‘guarigione’ di Billie Joe, se così possiamo chiamarla, e in un ritorno sulle scene il prima possibile. A questi punti, con i live fuori dai giochi, non resta che ascoltare l’album, anzi, gli album. Anticipati dal singolo “Oh Love”, che sulla Billboard Chart ha raggiunto nel giro di una settimana la prima posizione dei singoli rock più venduti negli Stati Uniti, saranno con ogni probabilità un altro grosso successo commerciale messo a segno dalla band californiana.



Fate sempre attenzione! di ldgsocial
Pubblicato da:
Tempo stimato di lettura: 3 minutes, 0 seconds
Scrivi la tua opinione
  • Leggi qui

Eccetto dove diversamente indicato, i contenuti di Studionews24 sono rilasciati sotto Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Italia License. Tutti i contenuti di Studionews24 possono quindi essere utilizzati a patto di citare sempre studionews24.com come fonte ed inserire un link o un collegamento visibile a www.studionews24.com oppure alla pagina dell'articolo. In nessun caso i contenuti di Studionews24.com possono essere utilizzati per scopi commerciali. Eventuali permessi ulteriori relativi all'utilizzo dei contenuti pubblicati possono essere richiesti a info@studionews24.com.