Mercoledi, 16 agosto 2017 - ORE:01:16

Florence and The Machine: il ritorno con What Kind Of Man

florence and the machine

florence and the machine

Florence and the Machine sono tornati

Il 10 febbraio compare sul canale Vevo della band indie Florence and The Machine un video assai misterioso, dai titolo How Big How Blue How Beautiful.

È un breve cortometraggio che, sulla scia della tendenza lanciata da Maddie Ziegler nei video di Sia, si incentra sulla teatrodanza. Se Elastic Heart della collega ci mostra infatti un duetto tra la giovanissima ballerina e l’attore Shia LaBeouf, questa volta a cimentarsi nella difficile impresa di raccontare una storia tramite una coreografia è proprio Florence Welch, frontman del gruppo.

Il lavoro dei registi Tabitha DenholmVincent Haycock non è però accompagnato da un singolo, ma incuriosisce gli spettatori. Perché vediamo la cantante docilmente lottare con una controparte, che altri non è se non se stessa, e poi con fare liberatorio andare via? Cosa vuole significare?

La risposta non tarda ad arrivare. Dopo ben quattro anni dal suo ultimo lavoro, ecco finalmente arrivare un nuovo brano, un singolo che preannuncia l’uscita prevista per giugno dell’album che si intitolerà proprio How Big How Blue How Beautiful.

Il video comincia allora ad acquisire senso: è noto infatti che l’artista abbia deciso, nel 2012, di concedersi un lungo anno di pausa prima di dover affrontare la produzione del nuovo materiale. Sembra facile, dunque, intuire che questa tregua le sia stata utile per risolvere un conto in sospeso, un conflitto artistico con un meraviglioso lieto fine, la riacquistata indipendenza e l’abbandono di una parte tormentata di sé.

Il singolo che prepara i suoi ammiratori a quello che sarà l’ultimo e (per le mie aspettative) maturo lavoro del complesso inglese è What Kind Of Man, un penetrante brano in cui le chitarre, dal suono pesante e decisamente rock, predominano come mai era successo nella precedente produzione e una ritmica scandita con decisione dalla grancassa.

Pur sperimentando e sorprendendo, il brano rimane riconoscibile e riconducibile al primo ascolto a ciò a cui la band ci ha finora abituati.

How Big How Blue How Beautiful è prodotto da Markus Dravs, che ha già lavorato con Björk e gli Arcade Fire. Contiene sedici tracce ed è pre-ordinabile su iTunes.



Fate sempre attenzione! di ldgsocial
Pubblicato da:
Tempo stimato di lettura: 2 minutes, 41 seconds
Scrivi la tua opinione
  • Leggi qui

Eccetto dove diversamente indicato, i contenuti di Studionews24 sono rilasciati sotto Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Italia License. Tutti i contenuti di Studionews24 possono quindi essere utilizzati a patto di citare sempre studionews24.com come fonte ed inserire un link o un collegamento visibile a www.studionews24.com oppure alla pagina dell'articolo. In nessun caso i contenuti di Studionews24.com possono essere utilizzati per scopi commerciali. Eventuali permessi ulteriori relativi all'utilizzo dei contenuti pubblicati possono essere richiesti a info@studionews24.com.