Martedi, 19 settembre 2017 - ORE:00:25

Francesca Michielin – di20are Live –


 Francesca ha mantenuto la promessa. La Michielin, come recita il suo tour, è finalmente “diventata”. Il di20areLIVE segna la crescita (definitiva?) artistica della cantautrice veneta. Francesca suona. Francesca canta. Francesca, a differenza del primo tour – Il Nice To Meet You – appare più sicura sul palco e si scopre – tra lo stupore dei fans – divertente, sciolta e scatenata (godetevela in ‘Whole Lotta Love’). “Nessun grado di separazione”, “Distratto”, “Battito di ciglia”, “Tutto è magnifico”, “Un cuore in due”, “L’amore esiste”, “Almeno tu”, “Sola” , “Se cadrai” sono solo alcuni dei brani presenti nella scaletta (corposa) presentata dalla Michielin. «È un brano che vuole cancellare le divisioni geografiche e culturali e invitare ad abbracciarsi tutti insieme in una sola direzione. É il mio personale inno di libertà e speranza. Nel mio piccolo ho una missione: dare, con la musica, messaggi positivi. Quello che sta succedendo fa pensare che costruire ponti sia un’utopia. Io invece credo che in queste situazioni si debba fare musica ancora più forte. A Stoccolma il mio obiettivo è stato di piantare un seme che possa generare, col tempo, un senso di comunione e appartenenza, per eliminare le barriere e creare una grande e unica connessione», aveva dichiarato la giovane artista in riferimento a “Nessun grado di separazione”, il brano che ha segnato la svolta artistica di Francesca.

Tornando al tour, abbiamo avuto il piacere di incontrare e conoscere due fans della Michielin. La prima, Simona Viotti, è stata addirittura scelta da Francesca per accompagnarla nella tappa di San Biagio di Callalta (TV) come reporter dell’evento. Abbiamo ripercorso con Simona quell’evento, scoprendo – tra le altre cose – come sia nata la sua passione per la cantautrice di Bassano del Grappa. “La mia passione per Francesca nasce principalmente dal fatto che lei è tra i pochissimi giovani usciti da un programma televisivo ad avere un talento autentico; non canta canzoni “preconfezionate” come la maggior parte dei colleghi, propone un genere meno commerciale rispetto alla massa, scrive testi e musica per conto proprio ed è polistrumentista. A 21 anni è una dote davvero rara. E chi la apprezza, non lo fa per il suo aspetto fisico, come – purtroppo – accade molto spesso al giorno d’oggi. Francesca mette qualcosa di sé in tutto ciò che fa: rende assolutamente personali le cover e sa usare la voce in maniera sublime nonostante non abbia mai studiato canto. Sono convinta che un’artista del genere meriti assolutamente di essere conosciuta e valorizzata”. Sulla sua esperienza come reporter: “La mia esperienza da reporter è stata molto carina e significativa.
Ho dovuto “documentare” il pre-concerto e il concerto su Twitter con brevi racconti ed impressioni, pensieri, scatti…Mi sono sbizzarrita a farlo citando pezzi di canzoni, commentando performance e fotografando – oltre a lei -anche il pubblico e particolari che mi sembravano interessanti per rendere partecipe anche chi non era lì presente. Il tutto veniva seguito e ritwittato sul suo profilo, rendendolo visibile a tutti coloro che la seguono. Una bella opportunità per vivere il concerto in maniera un po’ differente rispetto alle altre volte e per esprimere anche per iscritto ciò che stavo vivendo”.

Salutiamo Simona e scambiamo due chiacchiere con un altro grande fan, Mauro Pavesi, che ci racconta: “La seguivo da X Factor e in lei ho sempre visto molto impegno, determinazione e professionalità. Quindi, pur essendo io un grande macinatore di musica ma non italiana, lei è riuscita a smuovere in me la curiosità di partecipare al primo in store della mia vita. E sono stato subito colpito dalla sua disponibilità, gentilezza e cultura musicale, cosa rara per una ragazza così giovane. Per il futuro? Mi aspetto un altro album dal quale possa uscire la sua vena rock. insomma, non una “metallata”, ma qualche cosa di più graffiante. La vorrei un po’ più arrabbiata con il microfono. L’importante è comunque che si diverta e che abbia la possibilità di esprimersi e fare ciò che vuole senza costrizioni commerciali. Del resto, lo ha già fatto fino ad oggi”.  (Emanuele Giorgini)



Fate sempre attenzione! di ldgsocial
Pubblicato da:
Tempo stimato di lettura: 4 minutes, 3 seconds
Scrivi la tua opinione
  • Leggi qui

Eccetto dove diversamente indicato, i contenuti di Studionews24 sono rilasciati sotto Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Italia License. Tutti i contenuti di Studionews24 possono quindi essere utilizzati a patto di citare sempre studionews24.com come fonte ed inserire un link o un collegamento visibile a www.studionews24.com oppure alla pagina dell'articolo. In nessun caso i contenuti di Studionews24.com possono essere utilizzati per scopi commerciali. Eventuali permessi ulteriori relativi all'utilizzo dei contenuti pubblicati possono essere richiesti a info@studionews24.com.