Venerdi, 22 settembre 2017 - ORE:22:35

Grave Lutto per i Backstreet Boys! R.I.P.


Lutto nel mondo della musica: è scomparso Lou Pearlman, celebre discografico e fondatore dell’etichetta Trans Continental Records e manager. Pearlman è stato scopritore di band come Backstreet Boys, *NSYNC, O-Town, LFO, Take 5, Natural ed US5, Innosense ed artisti del calibro di Aaron Carter, Jordan Knight, Smilez & Southstar e C-Note. Il discografico aveva 62 anni. Si trovava in prigione dal 2008, condannato a oltre 25 anni di detenzione con l’accusa di riciclaggio di denaro sporco, cospirazione e false dichiarazioni. Tutti gruppi musicali che hanno lavorato con Pearlman lo hanno citato in giudizio per dichiarazioni false e frode. Tuttavia, molti artisti hanno condiviso un messaggio di ricordo: “Provo emozioni contrastanti, ma comunque RIP Lou Pearlman”, ha scritto Chris Kirkpatrick degli ‘NSync. Questo è invece il pensiero di Aaron Carter: “Il mio vecchio manager è morto in prigione… Rip Lou, non è stato un uomo onesto negli affari, ma mi ha insegnato che il karma esiste”. La gigantesca frode messa in atto da Pearlman (che lo ha portato ad accumulare 300 milioni di dollari di debiti) rientra nello schema di Ponzi, secondo cui l’esecutore della truffa promette guadagni inesistenti alle sue vittime e chiede loro di portare nuovi investitori che a loro volta saranno truffati. CONTINUA A LEGGERE 

90



Fate sempre attenzione! di ldgsocial
Pubblicato da:
Tempo stimato di lettura: 1 minute, 39 seconds
Scrivi la tua opinione
  • Leggi qui

Eccetto dove diversamente indicato, i contenuti di Studionews24 sono rilasciati sotto Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Italia License. Tutti i contenuti di Studionews24 possono quindi essere utilizzati a patto di citare sempre studionews24.com come fonte ed inserire un link o un collegamento visibile a www.studionews24.com oppure alla pagina dell'articolo. In nessun caso i contenuti di Studionews24.com possono essere utilizzati per scopi commerciali. Eventuali permessi ulteriori relativi all'utilizzo dei contenuti pubblicati possono essere richiesti a info@studionews24.com.