Martedi, 19 settembre 2017 - ORE:00:17

Sanremo: Risolto il Tormentone Celentano



Come ogni anno, il periodo che precede l’esordio del Festival di Sanremo è contraddistinto da polemiche e tormentoni. Quest’anno è toccato al cachet percepito da Adriano Celentano, che come svelato dal direttore Mazzi sarà di 350mila euro a puntata, che aveva fatto infuriare la maggior parte della popolazione in questo periodo di crisi e recessione, e in concomitanza con il pagamento del canone Rai.

Il noto “Molleggiato” prenderà parte alla 62^edizione del festival canoro, ma non si sa per quante puntate: l’accordo prevede che ne possa fare una, due, tre, o tutte e cinque, sarà lo stesso Celentanto a decidere. Nel caso partecipasse ad una sola puntata percepirebbe 350mila euro, due puntate 700mila, per cinque puntate 750mila.

Alla conferenza stampa del 31 Gennaio, presieduta dal direttore Mazzi, e dai conduttori Gianni Morandi e Rocco Papaleo, sono state anche enunciate le modalità con le quali verranno distribuiti i compensi di Celentano; per una sola puntata i 350mila euro saranno suddivisi in 100 mila euro destinati ad Emergency per costruire un ospedale in zona di guerra, e 250mila euro a 13 famiglie che verranno scelte dai 7 sindaci designati dallo stesso artista, cioè : Pisapia, Renzi, Alemanno, Emiliano, De Magistris, Zedda e Tosi; per due puntate i 700 mila euro saranno suddivisi in 200 mila euro per Emergency per salvare due ospedali in pessime condizioni, e i restanti 500 mila andranno a venticinque famiglie; nel caso il cachet raggiungesse i 750 mila euro le famiglie verranno portate a ventisette.

Celentano una volta sul palco dell’Ariston consegnerà la busta con il documento che contiene il nome delle famiglie, e il nome dei sindaci che le hanno scelte, ad un notaio. La consegna dei soldi sarà fatta direttamente dai sindaci in forma strettamente privata, accompagnati probabilmente da una persona di fiducia, che ai più corrisponde al nome della moglie di Celentano, Claudia Mori.

La conferma di tale azione è confermata dallo stesso fondatore dell’associazione Emergency, Gino Strada che ha rilasciato un documento con il quale afferma: ” Emergency è felice per l’intenzione dimostrata da Adriano Celentano di donare a Emergency e a famiglie in difficoltà il compenso per la sua partecipazione al festival di Sanremo. Lo ringraziamo per aver raccolto l’SOS che abbiamo lanciato: in questo momento abbiamo grande bisogno di sostegno, per poter portare avanti il lavoro di cura nei nostri ospedali nel mondo e negli ambulatorio che, in Italia, assistono sempre più persone, straniere e italiane”.

Si conclude così un caso che sa molto di strumento per accendere in anticipo i riflettori sul festival, che da sempre vuole farsi specchio del nostro Paese.




Fate sempre attenzione! di ldgsocial
Pubblicato da:
Tempo stimato di lettura: 2 minutes, 50 seconds
Scrivi la tua opinione
  • Leggi qui

Eccetto dove diversamente indicato, i contenuti di Studionews24 sono rilasciati sotto Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Italia License. Tutti i contenuti di Studionews24 possono quindi essere utilizzati a patto di citare sempre studionews24.com come fonte ed inserire un link o un collegamento visibile a www.studionews24.com oppure alla pagina dell'articolo. In nessun caso i contenuti di Studionews24.com possono essere utilizzati per scopi commerciali. Eventuali permessi ulteriori relativi all'utilizzo dei contenuti pubblicati possono essere richiesti a info@studionews24.com.