Venerdi, 18 agosto 2017 - ORE:04:54

The Arcs di Dan Auerbach sono “vostri, come in sogno”


Dan_Auerbach_of_Black_Keys_Coachella_4-20-12

Dan Auerbach e la sua estate

Un progetto parallelo può essere definito tradimento o è più una cosa da coppia aperta? Chissà come lo ha spiegato Dan AuerbachPatrick Carney (insieme fanno i Black Keys) che avrebbe passato l’estate con altri amici: i The Arcs. Me la sono immaginata tipo: ho bisogno dei miei spazi, vedrai ci farà bene conoscere altre persone e stare un po’ staccati.

Salutato il povero Patrick al gate dell’aeroporto si parte per Ibiza e con Ibiza intendo il The Sound Factory di Los Angeles, il The Diamond Mine e l’Electric Lady Studios (costruito da Jimi Hendrix) di New York e l’Easy Eye Sound di Nashville. Sono questi gli studi marittimi dove si sono fermati Dan Auerbach e i The Arcs per registrare “Yours, Dreamily”.

Ma chi sono questi The Arcs?

Yours, Dreamily” inizialmente è nato come un progetto da solista del cantante, che poi è diventato un “invitiamo gente che c’è spazio!”. Andiamo quindi a conoscere questi nuovi compagni di merende di Auerbach.

Alla scampagnata per studi di registrazione sono andati: Leon Michels, Richard Swift (collabora con i Black Keys dal 2014 come basista nei tour),  Richard Swift Nick Movshon (anche lui collaboratore dei Black Keys).  Nell’album, ma non nella band a quanto pare, sono presenti anche Kenny Vaughan e i Mariachi Flor de Toloache.

Sulla nuova band Dan Auerbach ci tiene a dire che:

“Questi ragazzi hanno collaborato tutti insieme a tutte le canzoni. È una cosa completamente diversa da quello che succedeva nei Black Keys, dove scrivevo io i testi, gli accordi e la maggior parte delle musiche. Ogni canzone di questo disco è co-scritta con tutta la band. È per questo che l’album non porta il mio nome. Mi piace essere in grado di sedermi e lasciare che le canzoni si evolvano senza di me. È stata una nuova esperienza per me”.

thearcscover_1

Un’analisi logica dell’album

Dentro ci sono 14 brani registrati in “circa due settimane attraverso spontanee sessioni informali in tutto il paese”.

Dan Auerbach ha però precisato:

Queste sessioni sono state così produttive che con la band siamo rimasti con decine di tracce in mano. Quando ci riuniamo, la nostra produzione è una specie di pazzia. Abbiamo già 75 canzoni. Ci siamo dovuti dire di smettere di scrivere nuove canzoni, così abbiamo potuto terminare quelle già scritte.

Dall’album “Yours, Dreamily” sono stati estratti i singoli “Stay in My Corner”, “Outta My Mind” e “Put a Flower in “Your Pocket” (ma non si mettevano nei cannoni?) quest’ultima, forse è l’unica delle tre dove si sente meno l’impronta Black Keys.

Le altre tracce tutte da scoprire il 4 settembre, sono:

Once We Begin (Intro)
Outta My Mind
Put A Flower In Your Pocket
Pistol Made Of Bones
Everything You Do (You Do For You)
Stay In My Corner
Cold Companion
The Arc
Nature’s Child
Velvet Ditch
Chains Of Love
Come & Go
Rosie (Ooh La La)
Searching The Blue

Le ultime parole famose…

Volevo solo fare le mie cose e ottenere il risultato più strano possibile” ha detto Dan Auerbach riguardo all’album. “Volevo che tutto fluisse e fosse il più possibile coeso. Un sacco di canzoni fluiscono l’una dentro l’altra, un po’ come i Grateful Dead fanno nei loro dischi, i miei preferiti. Così allo stesso modo ci sono un sacco di canzoni collegate tra di loro. Si tratta fondamentalmente di tutto quello che amo della musica, il tutto racchiuso in un unico album! Questo è tutto

Questa è la versione di Dan Auerbach del suo “Yours, Dreamily”. Questa è la storia della sua scappatella estiva. Spero abbiate passato la vostra in modo più “innovativo”.



Fate sempre attenzione! di ldgsocial
Pubblicato da:
Tempo stimato di lettura: 4 minutes, 1 second
Scrivi la tua opinione
  • Leggi qui

Eccetto dove diversamente indicato, i contenuti di Studionews24 sono rilasciati sotto Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Italia License. Tutti i contenuti di Studionews24 possono quindi essere utilizzati a patto di citare sempre studionews24.com come fonte ed inserire un link o un collegamento visibile a www.studionews24.com oppure alla pagina dell'articolo. In nessun caso i contenuti di Studionews24.com possono essere utilizzati per scopi commerciali. Eventuali permessi ulteriori relativi all'utilizzo dei contenuti pubblicati possono essere richiesti a info@studionews24.com.