Domenica, 25 giugno 2017 - ORE:02:10

THE CURE A ROMA


(Roma – PalaLottomatica, 30/10/2016) E così Roma ha riabbracciato la dark wave dei Cure dopo ben quattro anni (nel 2012 l’ultima apparizione nella Capitale della storica band inglese). E’ un Robert Smith inedito quello che ha, con non poco stupore dei presenti, giocato e scherzato con i suoi fans. Si parte con il botto (‘Shake dog Shake’), per poi passare ai successi che hanno segnato due decadi di musica (Fascination Street’, ‘A night like this’, ‘Pictures of you’, ‘Lullaby’, ‘Boys don’t cry’ e ‘Close to me’, tanto per citare i brani più importanti). Il pubblico romano ama Robert e la sua band: si lascia rapire – e coccolare – da quelle ninne nanne ipnotiche senza tempo. Atmosfere più cupe e malinconiche nella prima parte, mentre il pop più melodico (ma sempre di assoluta qualità) caratterizza il rush finale. Il look di Robert? E’ sempre Lo stesso. “Il make- up è come una corazza, mi tiene a distanza di sicurezza dal mondo. Senza trucco i rapporti con il benzinaio e il giardiniere sarebbero sicuramente più sciolti e meno imbarazzanti, però io mi sento a mio agio così da quando ho 16 anni. E poi c’è mia moglie, che mi adora con questo look. Dice che le piaccio come quando ci siamo conosciuti a scuola. Con i capelli corti, un vestito bianco e una cravatta blu manderei in crisi decenni d’amore. Per lei io sono l’uomo a tinta unita, una certezza cromatica. Il suo man in black”, aveva affermato recentemente l’artista. In conclusione, possiamo certamente affermare che lo spettacolo è stato di assoluta qualità, con Smith apparso più in forma che mai. Non resta che aspettare il nuovo album che, secondo voci di corridoio, dovrebbe essere pubblicato entro la prima metà del 2017.  (E.Giorgini)



Fate sempre attenzione! di ldgsocial
Pubblicato da:
Tempo stimato di lettura: 2 minutes, 19 seconds
Scrivi la tua opinione
  • Leggi qui

Eccetto dove diversamente indicato, i contenuti di Studionews24 sono rilasciati sotto Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Italia License. Tutti i contenuti di Studionews24 possono quindi essere utilizzati a patto di citare sempre studionews24.com come fonte ed inserire un link o un collegamento visibile a www.studionews24.com oppure alla pagina dell'articolo. In nessun caso i contenuti di Studionews24.com possono essere utilizzati per scopi commerciali. Eventuali permessi ulteriori relativi all'utilizzo dei contenuti pubblicati possono essere richiesti a info@studionews24.com.